Disponibili le demo dei primi due giochi da “Unity per Linux”

28 ago 2012

Con la versione 4 di Unity 3D (il game engine, non l’ambiente desktop), che è ancoea in fase beta, verrà aggiunto il supporto anche per Linux. Proprio grazie a questa novità, uno dei game engine più potenti, sta facendo molto parlare di se nell’universo GNU/Linux.

La versione beta di Unity 4 è stata annunciata la settimana scorsa all’Unite annuale al quale anche Canonical era presente. Canonical che era presente anche per mostrare come gli sviluppatori di giochi possono facilmente pubblicare i loro titoli su Ubunu.

Le novità introdotte in Unity 4 sono innumerevoli, ma ciò che a noi interessa è soltanto una: il supporto per Linux.

Diversamente da altri avvenimenti simili dove “supporto” è sinonimo di “sforzo”, con Unity gli sviluppatori possono “portare” i loro giochi su Linux tramite pochi clic. Il risultato è un file eseguibile, avviabile sulla maggior parte delle distribuzioni Linux.

 

L’aggiunta di tale supporto ad Unity 4 aggiunge più significato allo slogan di Unity “‘author once, deploy everywhere? (“autore una volta, distribuito ovunque”). Le piattaforme ad oggi supportate sono: Windows, Mac e Linux, Android, iOS e, più di recente, Windows Phone 8.

Per una lista completa dei giochi sviluppati con Unity è possibile far riferimento a questa pagina del sito ufficiale.

Passiamo ora alla notizia del giorno: due sviluppatori hanno “portato” la versione demo di due titoli Unity Powered a Linux.

AngryBots (nell’immagine sopra) è il più imponente dei due. È “lungo” solo tre livelli (non c’è una versione completa del gioco), ma la grafica e l’esperienza di gioco (anche se non è perfetta ancora nella versione Linux) sono veramente ottime!

Unitroids (nell’immagine sopra) è un remake del buon vecchio ‘Astroids’. È vero, la grafica non è il massimo, ma essendo un titolo intero sviluppato per testare l’integrità di Unity può essere perdonato.

Testare i giochi è molto semplice: scaricare il file zip dal link qui sotto, estrarlo ed avviare l’eseguibile con un doppio clic. Per ulteriori dettagli/aggiornamenti è possibile far riferimento a questa discussione.

Cosa ve ne pare?

[via]