Come scegliere la migliore distribuzione Linux per te?

26 ott 2010

Distro Linux

Oggi ci sono davvero molte ragioni per usare Linux e altrettante per dare il ben servito a Windows. Ma spesso la scelta più difficile è nello scegliere la distribuzione più adatta alle tue esigenze.
Qual’è quella giusta per te?
Questo dipende da una serie di fattori chiave. Generalmente si presta molta attenzione alle distribuzioni più popolari nelle classifiche come DistroWatch. E sotto questo aspetto Ubuntu non ha concorrenti. Ma allo stesso tempo niente nega che un’altra distribuzione o una considerata “minore” contenga quell’insieme di software e componenti più adatte alle tue esigenze.

Esaminiamo alcuni fattori per decidere:

1. Competenze

Se non hai mai usato Linux prima d’ora probabilmente dovrai partire con una distribuzione con strumenti grafici facili da utilizzare. Questa è una caratteristica di distribuzioni come Ubuntu, ma anche Fedora, Linux Mint e OpenSUSE che sono sicuramente la scelta migliore. Personalmente ad un nuovo utente in cerca di una buona distribuzione supportata da tanta documentazione io consiglierei Ubuntu Linux.

Nel caso di un utente più esperto, distribuzioni come Gentoo, Debian, Arch Linux o Slackware (o anche Linux From Scratch) possono esssere la scelta ideale per costruire un sistema personalizzato da zero.

2. Obiettivo

E’ possibile che alcune distribuzioni di Linux siano state costruite appositamente per soddisfare i compiti del tuo lavoro o delle attività di cui ti occupi.

Ad esempio in uno studio di registrazione un utente potrebbe trovare utile UbuntuStudio per avere tante applicazioni multimediali; nel campo scolastico EduBuntu; per attività di hacking e Sicurezza informatica BackTrack; e così via..

3. Supporto

Ogni distribuzione ha una propria comunità di utenti online che collaborano e discutono per dare consigli e risolvere problemi. Prima di scegliere una Distro è meglio farsi un’idea di quello che offre cercando fonti di informazione, forum e blog in merito.

Se preferisci ricevere un supporto di tipo commerciale, potresti voler acquistare una versione commerciale di Linux come Red Hat Enterprise Linux o SUSE Linux Enterprise Desktop realizzate per ambienti di produzione.

4. Hardware

Un altro vantaggio di avere tante distribuzioni a disposizione è che molte di queste sono realizzate appositamente per supportare vecchio hardware, cosa che non succede con Windows.

Su un computer molto vecchio Puppy Linux è tipicamente un ottima scelta. Nel caso in cui non siano necessari grandi strumenti Desktop, anche XUbuntu o Debian XFCE sono particolarmente consigliati. Per un netbook qualcuno sceglierà la versione Netbook Remix di Ubuntu!

Per quanto riguarda i nuovi computer installare una distribuzione Linux che offre migliore compatibilità hardware è la scelta più  idonea e in questo caso Ubuntu Linux non ha quasi rivali.

5. Software

Il software opensource è facilmente reperibile e compatibile con tutte le distribuzioni perchè può essere compilato direttamente nel proprio sistema da sorgente.

Ma se non si ha esperienza con gli strumenti di programmazione le distribuzioni offrono repository (contenitori) di pacchetti precompilati. E anche qui emergono delle differenze tra le distribuzioni.

Ubuntu è basato su un sistema di gestione di pacchetti DEB e in qualche modo eredità l’universo di pacchetti da Debian. Fedora, OpenSUSE e le distribuzioni basate su RedHat invece hanno il sistema RPM per una gestione diversa dei pacchetti.

A livello di prestazioni i tool di gestione dei pacchetti di debian (come apt o synaptic) sono sempre stati superiorie il parco software più ampio. E’ molto facile però trovare pacchetti di software commerciale percompilati sia in .deb per Ubuntu ma anche .rpm per Fedora e RedHat.

Se sei ancora indeciso su che distribuzione scegliere, esistono online vari test che in base alle tue risposte ti indicano la migliore distribuzione per te, prova ad esempio Distro chooser.

  • Andrea C.

    Io voto sempre è comunque per DEBIAN.

    Anche se per creare ambienti di laboratorio enterprise consiglio OpenSUSE e Centos.

    Ciao,
    Andrea

    Complimenti per il BLOG!