VirtualBox 4.2.0 rilasciato con interessanti novità – come installarlo su Ubuntu

Dopo una beta e quattro release candidate, VirtualBox 4.2.0 (stabile) è stato rilasciato nella giornata di oggi portando con se la possibilità di avviare VMs durante il boot del sistema in Linux, il supporto sperimentale per il drag’n'drop dall’host in ospiti Linux, migliorato il supporto per Windows 8 e molto altro.

Cambiamenti in VirtualBox 4.2.0:

  • Migliorato il supporto per Windows 8, in particolare per quanto riguarda la grafica 3D;
  • GUI: gruppi di VM;
  • GUI: modalità “esperto” per le procedure guidate;
  • GUI: possibilità di cambiare alcune informazioni a macchina virtuale già avviata;
  • Supporto per ben 36 schede di rete;
  • Aggiunto il supporto per limitare l’uso della rete;
  • Aggiunto il supporto di avviare VMs durante l’avvio del sistema in Linux, OS X e Solaris;
  • Aggiunto il supporto sperimentale per il Drag’n'drop dall’host alla macchina virtuale Linux;
  • Aggiunto il supporto per porte parallele passthrough su host Windows;
  • Migliorate le API per il controllo del sistema ospite;
  • Tanto altro…

La nuova funzionalità di drag’n'drop verso ospiti Linux richiede l’installazione delle VirtualBox Guest Additions. Per un corretto funzionamento su Ubuntu è necessario non installare il pacchetto contenuto nei repository ufficiali di Ubuntu (“virtualbox-guest-additions”) bensì quelli sui server di VirtualBox direttamente da Dispositivi -> Installa Guest Additions.
Per ulteriori su come avviare le macchine virtuali all’avvio del sistema è possibile far riferimento al manuale di VirtualBox.

 

Installare VirtualBox 4.2 in Ubuntu

Oracle fornisce i repository per gli utenti di Ubuntu per mantenere sempre aggiornata la versione di VirtualBox. Tuttavia, la versione 4.2.0 non è stata ancora caricata su tali repository. Se si desidera aggiungere i repository in Ubuntu ed aspettare che questi vengano aggiornati lo si può fare con il seguente comando:

echo “deb http://download.virtualbox.org/virtualbox/debian $(lsb_release -sc) contrib” | sudo tee /etc/apt/sources.list.d/virtualbox.list wget -q http://download.virtualbox.org/virtualbox/debian/oracle_vbox.asc -O- | sudo apt-key add – sudo apt-get update

Per scaricare invece direttamente il pacchetto deb della versione 4.2.0 basta collegarsi a questa pagina.

Prima di procedere con l’installazione è necessario, però, rimuovere la versione eventualmente installata in precedenza. Questo perché, essendo il nome del pacchetto differente per ogni versione (in questo caso è “virtualbox-4.2″), non viene eliminata automaticamente. Per rimuovere VirtualBox 4.1, da terminale:

sudo apt-get remove virtualbox-4.1

Notare che le macchine virtuali già esistenti non verranno eliminate e sarà possibile continuare ad usarle sulla nuova versione.

Per funzionalità extra è necessario scaricare il VirtualBox Extension Pack da qui.Per installarlo è sufficiente un doppio clic su di esso e VirtualBox dovrebbe avviarsi automaticamente chiedendo conferma per procedere con l’installazione. Se questo non avvenisse, da VirtualBox: File -> Preferenze -> Estenzioni e selezionare il file precedentemente scaricato.

[via]